Salvini a Soverato: il balletto delle scritte cancellate e rifatte

L’arrivo di Salvini a Soverato ha scatenato anche una ‘guerra’ di sostenitori e detrattori a colpi di lenzuoli e scritte.

Particolare il ‘duello’ all’ingresso della cittadina catanzarese, dove campeggia il simbolo dell’ippocampo.

     

Nella prima parte della giornata è comparsa la scritta ‘NON SI LEGA’.

Una volta cancellata qualcuno ha aggiunto il saluto di ‘BENVENUTO AL MINISTRO SALVINI’.

Un riconcorrersi di attività espressive opposte che a molti ha ricordato quella degli attacchini capaci nelle notti pre-elettorali di sovrapporre i manifesti dei propri candidati più volte uno sull’altro.

 

Fonte