Sagoma galleggiante in mare, recupero difficile per maltempo

il caso Meridian Chaser

I mezzi dei Vigili del Fuoco con l’aiuto dei fari hanno individuato una sagoma galleggiante nelle acque di Catanzaro Lido.

Con l’aiuto della Guardia Costiera si cercherà di recuperarla per capire di cosa si tratta.

Sta di fatto che è ancora misterioso il ritrovamento della barca a vela Meridian Chaser, che si è infranta sugli scogli del porto del capoluogo.

Fino al 2015 l’imbarcazione era in uso ad una coppia di turisti (foto copertina) che tracciavano un diario pubblico dei loro spostamenti

http://www.meridianchaser.com/

Questo il messaggio che compare sulla pagina assieme alla foto (senza nomi) della coppia : “Il sito è dedicato a tutti quegli amici che hanno guardato mentre salpammo per vivere i nostri sogni. A coloro che soffocano i loro sogni, offriamo un pensiero. È una prospettiva che mostra le barriere tra le persone per essere cose immaginarie, rese reali solo dal nostro credere che esistano barriere, dal nostro stesso inchino e cruccio e dalla costante paura del loro potere di limitarci. Il mondo è così com’è, è così che desideriamo che sia. Solo quando il nostro desiderio cambia, il mondo cambia. Qualunque siano le nostre convinzioni, definiscono il limite del nostro orizzonte”

Da allora però del natante e dei suoi spostamenti in mare non si hanno informazioni

LEGGI LA NOTIZIA E GUARDA IL VIDEO DELL’INCIDENTE