Ruba in sala d’attesa all’ospedale, arrestata dai Carabinieri

L’allarme è partito da una commessa insospettita 

Furto ed utilizzo fraudolento di carta di credito. I Carabinieri della Compagnia di Lamezia terme hanno bloccato una 35enne che si era impossessata di un portafogli con una carta di credito e qualche banconota.

Il furto era avvenuto in una sala d’attesa dell’ospedale Giovanni Paolo II  dove la borseggiatrice, come si vede nelle immagini, si era finta una paziente come tanti.

La donna sottraeva carte di debito/credito con cui tentava di spendere tante piccole somme sotto i 25 euro col sistema senza digitazione pin.

Ad un certo punto però i pagamenti non sono più stati accettati e la ladra si è tradita.

Anche perché non ha saputo giustificare ai militari il possesso di quella carta di cui nel frattempo un addetto ai lavori presso la struttura sanitaria aveva denunciato il furto.

L’incrocio dei dati con le immagini ha dato esito inequivocabile facendo scattare l’arresto per furto ed utilizzo fraudolento di carta di credito.