Regione, ecco perché vinto il Covid-19 la politica di ‘”casa nostra” sarà nuova sapendo d’antico

Regione, ecco perché vinto il Covid-19 la politica di ‘”casa nostra” sarà nuova sapendo d’antico 18 Marzo 2020 di Danilo Colacino – Quando, più o meno un anno fa, sì, circa dodici mesi orsono, abbiamo iniziato a scrivere della guerra ‘fratricida’ tutta interna all’area di Catanzaro nell’ambito di un centrodestra, dato per sicuro vincente alle Regionali con largo anticipo, ce ne hanno dette di…ogni.

Ma per chi sa leggere certi fatti e vive il territorio, magari ‘marcandolo’ per lavoro da quasi due decenni, era fin troppo chiaro che una determinata (parecchio ambita) postazione, assegnata a un rappresentante del capoluogo e in particolare di un partito, avrebbe frustrato le mire di molti altri dello stesso ‘bacino d’utenza’.

Ecco allora che, fino all’ultimo, chi ha potuto ha provato a mescolare le carte fino al punto di intorbidare le acque. Caos, confusione, nomi lanciati per essere ‘bruciati, false promesse e altrettanto fasulle alleanze o inimicizie, tutte date in pasto alla stampa affinché facesse, inconsapevolmente o a seconda dei casi consapevolmente, l’opera di divulgazione e propaganda che serviva alla causa.

   

Fatto sta che, adesso, pare ci sia un vincitore e dei vinti, quelli guarda caso da noi indicati con larghissimo anticipo e non certo per vantaggi o rendite di posizione né personali né professionali. Cosa accadrà, dunque, adesso?

Che tutti andranno a Canossa, perché come ribadiamo sempre: “O Franza o Spagna purché se magna”.

Attenzione, però, dal momento che gli equilibri in città sono cambiati. Anzi, pardon, sono esattamente quelli di inizio 2019 e per piu di qualcuno questa non è una grande notizia.

Niente ‘spallata’, quindi, e i riflessi politici si vedranno solo quando – finita, si spera presto, l’assoluta priorità della lotta al temibile Coronavirus – si tornerà alla normalità.

E il riferimento nella fattispecie è anche e soprattutto alle lotte di potere, istituzionale e non solo, nei Palazzi che contano.

Altro giro, nuova corsa, quindi.

© Riproduzione riservata. Condividi

Fonte