Regionali, Tallini “Candidatura Occhiuto non è salto in avanti”

“La candidatura di Mario Occhiuto non è assolutamente un salto in avanti, ma è la logica conseguenza di un accordo politico nazionale tra le forze del centrodestra in ragione del quale spetta a Forza Italia l’indicazione del candidato alla presidenza della Regione Calabria”. Lo ha dichiarato il consigliere regionale Domenico Tallini al giornalista Ugo Floro, nel corso di una intervista trasmessa da Radio Crt.

L’esponente forzista ha inoltre affermato che gli esiti delle recenti elezioni europee non hanno cambiato la sostanza dell’intesa raggiunta a suo tempo tra Fi, Lega e Fratelli d’Italia: “Salvini ha recentemente affermato che non è interessato a nomi e FdI punta ad esprimere un proprio candidato governatore in Umbria”. Forza Italia- è il ragionamento di Tallini- ha quindi doverosamente scelto Mario Occhiuto e continua a sostenerlo nella convinzione che sia l’uomo migliore per cancellare l’esperienza di governo  negativa a guida Mario Oliverio. Sulle perplessità avanzate dall’area politica che fa riferimento ai fratelli Gentile e a Piero Aiello, Tallini auspica un chiarimento: “Attualmente non sono in Forza Italia, ma siamo sempre pronti al confronto, del resto in alcune realtà governiamo pure insieme. Ci dicano però quello che vogliono fare e con chi vogliono stare visto che fino a qualche tempo fa erano a sostegno del centrosinistra regionale. Del resto la stessa elezione di Pino Gentile alla vicepresidenza del consiglio regionale fu nei fatti resa possibile dal sostegno della maggioranza”.

     

In merito alla data del prossimo voto regionale, Tallini ha confermato la volontà del centrodestra di andare ad elezioni alla scadenza naturale della legislatura. Secondo l’esponente forzista poi, Oliverio avrebbe invece l’interesse ad allungare i tempi del proprio mandato, e quindi a votare a febbraio, in quanto la sua candidatura incontra attualmente serie difficoltà all’interno del suo stesso partito.

Redazione Calabria 7

Fonte