Regionali, Oliverio a Zingaretti: “Pronto a dieci passi indietro”

“Chiedo al segretario nazionale del Pd, Nicola Zingaretti, di non dare ascolto ai messaggi riportati da chi vuole solo conservare o conquistare una poltrona personale. Io sono disposto a fare non uno, ma dieci passi indietro per ricompattare tutto il centrosinistra”.

Sono le parole pronunciate dal Governatore della Calabria, Mario Oliverio, in onda su Calabria Tv ad Articolo 21, trasmissione condotta da Lino Polimeni.

Oliverio ha raccontato la sua verità, spiegando questi cinque anni di governo regionale e gli ultimi avvenimenti della politica, in vista delle prossime elezioni del 26 gennaio 2020, con Zingaretti che ha scelto di cambiare e di candidare l’imprenditore Pippo Callipo.

     

“Non sono stato tutelato nella mia dignità e onestà, che sono state lese, dai consiglieri di quella maggioranza che con me ha ottenuto importanti risultati, merito di tutta la maggioranza, che oggi non tutela quanto fatto, preferendo ottenere candidature o ricandidature personali sicure, piuttosto che difendere la loro azione politica. Questo è un atto grave e scorretto, che fa capire come la politica sia eticamente caduta in basso”.

Oliverio, dopo aver raccontato i momenti duri della condanna all’obbligo di dimora, per reati poi dichiarati inesistenti, ha analizzato il sistema attuale della politica calabrese. “Io sono stato il primo a togliere le segreterie politiche dal palazzo regionale, impedendo di fatto lo scambio di favori per ottenere consensi, riducendo il potere di sfruttamento del bisogno. E sono andato avanti secondo le mie idee, non ho mai agito nella mia carriera politica nell’illegalità, ma ho fatto l’esatto contrario. E ad oggi nessuno ancora ufficialmente mi ha detto perché il mio partito non mi ha dato fiducia e riconoscimento, o comunque non si è confrontato ad un tavolo. Io non chiedo ruoli o poteri e sono pronto a fare dieci passi indietro di fronte ad una candidatura, giovane e condivisa, come chiesto dalla leader delle Sardine, Jasmine Cristallo. Ma Zingaretti, evidentemente, ascolta i messaggi di coloro che hanno interessi personali da soddisfare. “Zingaretti – ha detto Oliverio – sei ancora in tempo per ricompattare il centrosinistra. Mettiamoci ad un tavolo e confrontiamoci. (a.m)

© Riproduzione riservata.

Fonte