Quattro persone in arresto per l’omicidio del macellaio Rosso a Simeri

Conferenza stampa in Procura

Ci sono voluti circa due anni e mezzo di indagini. Alla fine la minuziosa ricostruzione dei momenti precedenti e seguenti l’omicidio di Francesco Rosso ha avuto il suo epilogo.

Il lavoro dei Carabinieri della compagnia di Sellia marina e del nucleo radiomobile di Catanzaro è confluito in quattro ordinanze di custodia cautelare emesse dalla procura della repubblica nei confronti del gruppo di fuoco che il 14 aprile 2015 uccise il macellaio 35enne nell’azienda di famiglia a Simeri mare, a due passi dal capoluogo.

A sparare materialmente i tre colpi secondo gli inquirenti fu Danilo Monti, nato a Cerva 27 anni fa e domiciliato a Lecco.

Gli fecero da basisti Vincenzo Sculco, 30 anni; Gregorio ed Antonio Procopio, di 56 e 31 anni, tutti di Botricello.