Operazione Fashion: quattro arresti dei CC di Lido

Si tratta di Santo Mirarchi, ritenuto figura apicale del gruppo, Domenico Falcone, Antonio Giglio e Antonio Sacco.

 Con l’operazione Fashion, dal nome di uno dei locali presi di mira dai destinatari dei provvedimenti restrittivi, i Carabinieri di Catanzaro hanno fatto luce su una serie di danneggiamenti e tentate estorsioni messi in atto da aprile a settembre 2015. Sei episodi criminosi concentrati sui quartieri Sud ai danni di un bar, un call center, un mercatino dell’usato, un’autoricambi ed un brico, che avevano destato apprensioni e preoccupazioni. 

Nella conferenza stampa svoltasi nel comando provinciale di Piazzale Trieste, prossimo al trasferimento, i magistrati Bombardieri e Luberto, assieme agli ufficiali dell’Arma Cantone, Greco, Piccione, hanno indicato i frutti di un’indagine durata sei mesi e condotta dal comandante Macrì della stazione Carabinieri Lido.
Quattro sono le persone tratte in arresto all’alba, tutte accusate di tentata estorsione in concorso, danneggiamento e porto abusivo di armi, reati aggravati dal metodo mafioso.
Si tratta di Santo Mirarchi, ritenuto figura apicale del gruppo, Domenico Falcone, Antonio Giglio e Antonio Sacco.