Produceva e spacciava marijuana in casa

Soverato

I Carabinieri delle Stazioni di Davoli e Soverato, nelle scorse ore, hanno tratto in arresto Giorgio Mosca, 40enne domiciliato a Soverato, ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari dell’Arma, dopo una perquisizione domiciliare nei confronti del soggetto, si sono fatti consegnare 3 barattoli di marijuana dallo stesso. Tuttavia, dopo ulteriori controlli, i Carabinieri hanno rinvenendo ulteriori tre barattoli, un sacchetto e 8 dosi della medesima sostanza, per un peso complessivo di 210 grammi; 3 involucri in cellophane contenenti hashish; 50 semi di cannabis; un cartone contenente foglie e rami di cannabis in fase di essicazione; un bilancino di precisione; infine, in un sottoscala, una lampada da 400 watt, una ventola da riscaldamento e dei cartoni rivestiti di carta stagnola, utilizzati per la coltivazione indoor.

Il materiale, insieme alle sostanze stupefacenti, è stato sequestrato mentre per l’uomo sono scattate le manette e la successiva restrizione agli arresti domiciliari presso la propria abitazione, in attesa dell’udienza di convalida. Il G.I.P. di turno presso il Tribunale di Catanzaro ha convalidato l’arresto, disponendo la misura cautelare gli arresti domiciliari, con contestuale divieto di comunicare con persone diverse da quelle conviventi.