Prisoners tax, l’intercettazione “imbarazzante” della compagna di un noto politico

Nelle intercettazioni relative all’operazione Prisoners tax  emerge il ruolo centrale delle donne nella cessione di droga, concordano il prezzo, specificano anche il tipo di sostanza: “ma erba o fumo… cinquanta per adesso… non erba, meglio erba perché il fumo ce l’ho..” Il 3 luglio 2016 vengono captati alcuni dialoghi riconducibili ad una transazione di droga, ad opera di Domenico Spadea e Annamaria Gregoraci  nei confronti della compagna di un noto politico, non sottoposta ad indagini. La Gregoraci chiede alla donna di cosa avesse bisogno “eh hai bisogno, per oggi…” la donna  conferma “…il solito….”.  La cessione si  sarebbe concretizzata direttamente a casa della Gregoraci “… io sono a casa amore se vuoi passare…”  e la compagna del politico risponde “… cinque minuti e sono da te”. Poco dopo la donna contatta la Gregoraci per avvertirla che le aveva lasciato 10 euro in più rispetto al quantitativo acquistato, una sorta di anticipo sul prossimo acquisto di droga, come desumibile dall’esternazione: “dalla prossima volta… va bene”.

     

Fonte