Presepe di sabbia Catanzaro, Silipo: “Godiamocelo senza polemiche”

“Sembra una maledizione; ogni volta che a Catanzaro si organizza un evento, piccolo o grande che sia, lo stesso deve essere accompagnato da inevitabili polemiche”. Inizia così la nota di Giuseppe Silipo, Coordinatore Cittadino Associazione CalabriaOltre.

“Lo avrete capito che il nostro riferimento è al tanto discusso Presepe di sabbia. Prima la polemica è nata sull’opportunità di installare la tensostruttura in Piazza Luigi Rossi (Piazza Prefettura), privando la cittadinanza di una cinquantina di posti auto a strisce blu. Ora la polemica si è rivolta al prezzo del biglietto (quattro euro) ritenuto da alcuni particolarmente esoso e non in linea con altre analoghe mostre presenti in Italia. Fatte queste necessarie premesse, una prima considerazione che riteniamo necessaria è che l’Arte, quella con la A maiuscola merita rispetto. E scatenando questo putiferio social disquisendo sull’euro in più o in meno, a nostro avviso, non è una dimostrazione di rispetto verso questa particolare forma di arte. Dietro questa mostra, che magari si visita in pochi minuti, c’è un lavoro organizzativo notevole, oltre che quello di sette artisti di fama internazionale provenienti da ogni parte del mondo.

E poi non dimentichiamo che l’anno scorso (se non ricordiamo male) in quel di Stalettì, il costo del ticket per la stessa esposizione (forse anche in forma più ridotta) era identico a quello attuale. E, dei dodicimila biglietti staccati nel ridente borgo, molti appartenevano a catanzaresi ben disposti a pagare non solo i quattro euro ma anche di sobbarcarsi l’onere dei poco piacevoli tornanti che dividono Stalettì dal capoluogo.

     

Per la serie, l’erba del vicino è sempre la migliore.

Siamo convinti che ogni potenziale visitatore sarà in grado di valutare se il prezzo è o meno congruo rispetto alla qualità dell’esposizione, Ed ognuno valuterà l’opportunità di visitarlo o meno. Ma non troviamo opportuno che si cerchi di dissuadere la gente con una campagna denigratoria. Molte erano le persone che ieri sera tornavano indietro lamentandosi del costo del biglietto. Quando domenica sera nessuno dei primi milleduecento visitatori (in sole tre ore) ha pensato di manifestare malumori. Potere dei social.

Il Presepe di sabbia per la nostra città è una grande occasione di rivedere il centro storico pullulare di gente. E’ un opportunità per la città di veicolare flussi turistici considerato che è l’unica particolare mostra presente in tutto il meridione.

Godiamocelo senza polemiche. E magari lasciamo alla fine le considerazioni più o meno positive, che in maniera costruttiva serviranno a correggere anche gli eventuali errori”.

Redazione Calabria 7

 

© Riproduzione riservata.

Fonte