Precari bloccano circolazione treni alla stazione di Lamezia

Presente anche il governatore della Calabria Mario Oliverio

Protesta di circa 500 precari ex Lsu-Lpu all’interno della stazione di Lamezia Terme. I lavoratori, bloccando i binari e dunque la circolazione ferroviaria, specialmente sulla linea tirrenica, chiedono al governo di accogliere alcuni emendamenti volti al percorso di stabilizzazione che in Calabria interessa circa 4500 persone. Insieme a loro, i rappresentanti dei sindacati Cgil, Cisl e Uil, Angelo Sposato, Tonino Russo e Santo Biondo, i quali hanno preannunciato una massiccia manifestazione a Roma il prossimo 14 dicembre. La decisione di occupare i binari è scaturita dopo alcune indiscrezioni riguardanti la commissione bilancio della Camera che non avrebbe approvato alcuni emendamenti fondamentali per la stabilizzazione degli stessi lavoratori.

Alla protesta ha anche partecipato il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio che ha difeso la decisione dei lavoratori. Dopo un vertice in Prefettura con i sindacati, i binari sono stati liberati, anche se è stato mantenuto il presidio.