Picchia connazionale per un cellulare, arrestato iracheno

Picchia connazionale per un cellulare, arrestato iracheno 26 Febbraio 2020 Un giovane iracheno è stato tratto in arresto dai Carabinieri della Compagnia di Lamezia Terme per estorsione e rapina perpetrata nei confronti di un suo connazionale.

Poco prima, infatti, lo aveva raggiunto nel centro cittadino e, dopo averlo minacciato affinché gli consegnasse la somma relativa alla compravendita di un cellulare, in realtà già corrisposta dalla vittima, lo ha selvaggiamente picchiato rincorrendolo per le vie del centro. Infine, dopo avergli sottratto i pochi soldi in suo possesso e lo stesso cellulare oggetto del contendere si è dato alla fuga a piedi per le vie limitrofe finché non è stato bloccato dai militari nel frattempo prontamente intervenuti a seguito di chiamata pervenuta sull’utenza d’emergenza 112. Il giovane è stato quindi tratto in arresto e condotto presso la casa circondariale di Catanzaro a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. A seguito di convalida, gli è stata applicata la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Redazione Calabria 7    © Riproduzione riservata. Condividi

Fonte