Picchia compagna in stato di gravidanza, una denuncia nel Catanzarese

Un uomo senza alcuno scrupolo e in mezzo ad una strada di Lamezia Terme stava malmenando una giovane donna.

Alcuni cittadini, accortisi di quanto stava accadendo hanno segnalato il tutto al 113. Tempestivamente è stata inviata sul posto una pattuglia della Volante.

     

Gli Agenti si sono trovati dinnanzi ad una scena indicibile: l’uomo, incurante anche dell’arrivo dei poliziotti, continuava ad inveire contro la donna spingendola con le mani contro la parete di un palazzo.

Immediatamente è stato bloccato, liberando la giovane dalla morsa nella quale era stata stretta.
Alla richiesta se avesse bisogno di assistenza medica, la vittima ha affermato di non averne necessità.
I due convivono da circa un anno e mezzo, un rapporto travagliato, fatto di continue minacce, ingiurie, maltrattamenti e costrizioni e, nonostante lo stato di gravidanza della giovane, l’uomo non ha frenato il suo comportamento prevaricatore .

Il 38enne, disoccupato, con numerosi precedenti penali a suo carico per vari reati, in materia di stupefacenti, furto, ricettazione, minacce e oltraggio a pubblico ufficiale, ed altro, attualmente è destinatario dell’Avviso Orale.

Gli Agenti del Commissariato hanno attivato il Protocollo operativo EVA (strumento predisposto dalla Polizia di Stato a tutela delle vittime di violenze familiari), e in applicazione della Legge n. 69 del 19.09.2019, c.d. “Codice Rosso”, a tutela delle vittime di violenza domestica e di genere, l’uomo è stato denunciato alla competente Autorità Giudiziaria per il reato di maltrattamenti in famiglia.

© Riproduzione riservata.

Fonte