Perseguita e minaccia di morte la moglie

Arrestato 44enne

Incubo finito per una donna che, da qualche tempo, subiva atti persecutori da parte del marito, il quale voleva a tutti i costi evitare la separazione legale. Per C.S., queste le iniziali dell’uomo, 44enne di Montepaone, sono cosi scattate le manette perchè ritenuto responsabile di atti persecutori. L’ultimo episodio, risalente alle 2 circa di sabato scorso, ha visto i Carabinieri della Stazione di Soverato intervenire presso l’abitazione della vittima, nella quale era stato segnalata la presenza del marito il quale stava cercando insistentemente di contattarla e incontrarla, suonando insistentemente al citofono dell’abitazione.

I militari, così, dopo aver bloccato e portato in caserma l’uomo e ricostruito l’intera vicenda, anche grazie alla della preziosa collaborazione della donna, hanno scoperto una situazione incresciosa. Da circa quattro mesi, infatti, la stessa donna subiva continue intimidazioni, appostamenti e incessanti tentativi dell’uomo di mettersi in contatto telefonico con lei, allo scopo di ricucire la relazione e fare rientro a casa. Non trovando la collaborazione della donna, C.S., aveva cominciato ad assumere un comportamento a tutti gli effetti persecutorio, giungendo finanche ad aggredire suo suocero ed a minacciare di morte la donna mediante messaggi su Whatsapp, alludendo alla possibilità di utilizzare nei suoi confronti persino una pistola calibro 28. Il 44enne, dunque, è stato tratto in arresto, con l’accusa di atti persecutori aggravati dall’aver commesso il fatto nei confronti del coniuge e con armi. La 1^ Sezione Penale del Tribunale di Catanzaro a seguito della convalida dell’arresto, ha applicato la misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla persona offesa e dai suoi congiunti. L’uomo dovrà anche mantenere una distanza dalle stesse persone non inferiore a 1 km.