Perdita acido tossico in ospedale: interviene il nucleo NBCR dei VVF

Timori per alcuni flaconi nel reparto di Gastroenterologia

Timore al ‘Ciaccio’ questo pomeriggio per una perdita di acido.

Allertata dal personale ospedaliero, una squadra dei Vigili del Fuoco del vicino Comando provinciale di Catanzaro  è intervenuta  presso il reparto Gastroenterologia dell’Ospedale Pugliese Ciaccio.

Con il supporto del nucleo NBCR (Nucleare-Biologico-Chimico-Radiologico) all’interno di un locale adibito a magazzino  le divise rosse riscontravano un lieve  sversamento di acido peracetico, con conseguente emissione di vapori dall’odore pungente, proveniente da alcuni flaconi posti su delle scaffalature metalliche.

L’acido peracetico può provocare ustioni ed è nocivo per ingestione. Siccome le soluzioni in uso liberanoacido acetico, è necessario chiudere i contenitori in cui si effettua la disinfezione e aerare i locali. Esso va usato con guanti, camice monouso ed occhiali protettivi e va conservato al riparo dal calore e lontano da possibili fiamme libere o scintille.

L’acido peracetico è un periossiacido abbastanza stabile a temperatura e pressione standard ma che si decompone in modo esplosivo per urto o riscaldamento, ed è un potentissimo agente ossidante. Per le sue proprietà energiche non c’è da stupirsi che il suo principale uso sia quello di potente agente antisettico e antibatterico, attivo a concentrazioni anche minori dell’1%.

A temperatura ambiente si presenta come un liquido incolore dall’odore pungente e caratteristico; se puro è molto corrosivo e ossidante, oltreché instabile

Individuata l’origine della fuoriuscita del liquido, le unità NBCR hanno posto in sicurezza i flaconi difettosi, inibendo l’accesso nella zona interessata dallo sversamento in attesa di ulteriore operazione di bonifica da parte di ditta specializzata.

Subito dopo sono state ripristinate le normali condizioni di sicurezza senza che si siano registrato danni a persone.