“Perchè per pochi spiccioli Abramo tiene in ostaggio un quartiere?”

“Abramo, forse distratto da una campagna elettorale non sua, proiettato a nord della Calabria, non ha probabilmente avuto il tempo di leggere le domande che gli abbiamo rivolto circa la governance del quartiere marinaro” scrive in una nota di Eugenio Riccio, consigliere comunale di Catanzaro. 

“E allora iniziamo noi a dare qualche risposta. Quanto costa – continua –  la sicurezza e vivibilità di alcune zone del quartiere Lido ? Meno di 5.000 euro. Almeno per liberare dalla congestione del traffico veicolare via Torrazzo che, soprattutto il sabato sera, diventa pericolosa non per la movida ma per la non gestione dell’afflusso di auto. Poche migliaia di euro con le quali si avrebbe la possibilità di liberare una arteria importantissima per il quartiere e non creare condizioni di potenziale pericolo per i frequentatori dei locali. Ma niente . Abramo non solo non accetta consigli ma neanche regali, come l’idea (PROGETTO TECNICO IN FOTO) che già gli è stata proposta ma che lui ha ignorato. Forse perché è gratis e costa pochi euro realizzarlo?”

“La sicurezza dei cittadini non è quantificabile – conclude Riccio  –  ha però un gran valore che il sindaco non riesce proprio a valutare per un fatto banalissimo, non conosce le criticità della città se non per sentito dire. E come si fa a governare con le chiacchiere, degli altri per giunta? Ve lo diremo alla prossima puntata”.  

redazione Calabria 7

Fonte