Padre disoccupato e madre malata: appello del figlio

Da circa tre anni fa, il padre appena quarantenne è stato licenziato per esubero di personale. Da allora è iniziato il declino di una famiglia 

Il conto alla rovescia per il fatidico giorno degli esami di maturità per lui è già iniziato. Per questo ragazzo originario di Davoli e appassionato di sport, tuttavia lo studio o le vicende amorose dei primi innamoramenti, non sono le principali preoccupazioni. Il periodo della spensieratezza è terminato quando, circa tre anni fa, il padre appena quarantenne è stato licenziato per esubero di personale. Da allora è iniziato il declino di una famiglia che dopo il sussidio di disoccupazione, si è trovata di fronte ad una dura realtà: mancavano i soldi per condurre una vita dignitosa. 

Fino ad oggi la ricerca di un lavoro da parte del padre di Stefano, nonostante sia stata spasmodica e ininterrotta, è risultata vana. Si tira avanti tra grandissime difficoltà
L’appello del giovane – il più grande di tre fratelli – è rivolto a chiunque sia in grado di offrire un’opportunità occupazionale a suo papà.
In attesa di quella liceale Stefano ha già conseguito a pieni voti la maturità dell’imprevedibile ed esigente scuola chiamata vita.