Ordigni bellici in antico baule: intervento degli artificieri

Due bombe a mano prodotte nel 1935 e un proiettile da artiglieria contraerea, sono stati fatti brillare in mattinata dal Nucleo artificieri dei Carabinieri in una zona demaniale isolata del cosentino.

I residuati bellici, risalenti alla seconda guerra mondiale, sono stati trovate nel corso delle operazioni di sistemazione e pulizia di un vecchio casolare abbandonato di Decollatura, accuratamente stipati all’interno di un antico baule.

In seguito alla scoperta, immediato è stato l’intervento dei Carabinieri della Compagnia di Soveria Mannelli che hanno successivamente interessato il nucleo artificieri di Cosenza. Questi ultimi, dopo la messa in sicurezza degli ordigni, hanno provveduto a farli brillare senza alcun rischio per cose o persone.