Operazione Borderland, la Squadra Mobile di Catanzaro sulle cosche Trapasso-Tropea


Si chiama Borderland (terra di confine) ed è un provvedimento mirato a smantellare la presunta cosca di ‘ndrangheta facente capo alla famiglia Trapasso egemone sul territorio di confine tra le province di Catanzaro e Crotone, e il gruppo collegato dei Tropea. Tra gli arrestati c’é il vicesindaco di Cropani, Francesco Greco, 53 anni, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa. Dalle indagini é emerso il condizionamento delle elezioni comunali svoltesi nel piccolo centro del catanzarese a maggio del 2014, condizionamento finalizzato all’acquisizione di appalti e servizi pubblici.
Tutti gli arrestati sono accusati, a vario titolo, di 
  • associazione di tipo mafioso (sia in termini di appartenenza organica che di concorso esterno), nonché:
  • estorsioni;
  • violazioni in materia di armi
  • illecita concorrenza con violenza o minaccia;
  • esercizio abusivo del credito;
  • intestazione fittizia di beni

I sequestri effettuati riguardano un esercizio ricettivo, un maneggio ed una società per la distribuzione di slot machines e, in particolare,  le società di servizi attraverso le quali la cosca controllava di fatto la gestione delle attività interne ad importanti villaggi turistici della zona, monopolizzandone le attività di manutenzione e ristorazione, le forniture di generi alimentari e pesantemente condizionando ogni tipologia di servizio.