‘Ndrangheta, operazione Infectio: chiuse indagini per 96 persone

Concluse le indagini preliminari nell’inchiesta “Infectio” che il 12 dicembre scorso aveva portato all’esecuzione di 23 arresti, venti in carcere e tre ai domiciliari, e al sequestro di beni per 10 milioni di euro.

Sono 96 gli indagati dalla Dda di Catanzaro, con l’accusa di associazione mafiosa, associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione e occultamento di armi clandestine, estorsione, minacce, violenza privata e associazione per delinquere finalizzata alla commissione di una serie di reati di natura contabile o economico-finanziaria. L’avviso di conclusione indagini è stato firmato dai sostituti procuratori Domenico Guarascio, Paolo Sirleo, Antonio De Bernardo e Andrea Giuseppe Buzzelli, e riguardano le attività illecite delle cosche di ‘Ndrangheta di San Leonardo di Cutro in Umbria. Non solo controllo del mercato della droga, ma anche interventi a favore di candidati alle elezioni amministrative. Secondo gli inquirenti, dietro a tutto questo, è presente la cosca Grande Aracri di Cutro.

Redazione Calabria 7

      © Riproduzione riservata.

Fonte