Martellate contro l’auto del padre, un arresto a Gagliano

Si tratta di un 37enne crotonese

Voleva aggredire la propria compagna e il padre, ma quest’ultimi sono riusciti ad evitare il peggio allertando le forze dell’ordine. Non contento, ha minacciato di morte i due e preso a martellate l’auto del proprio genitore, disintegrando alcune parti della carrozzeria. Protagonista del violento episodio A.F., un 37enne crotonese, arrestato dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Catanzaro per maltrattamenti in famiglia. L’uomo, nella serata di giovedì, ha atteso il rientro a casa delle due persone, residenti nel quartiere Gagliano, prima di cercare di aggredire, senza riuscirvi, la compagna, brava a scappare in casa con il suocero ed a chiamare immediatamente i Carabinieri.

I militari dell’arma, giunti in pochi minuti sul posto, sono riusciti ad intercettare ed a bloccare A.F., mentre cercava di allontanarsi a bordo della propria auto. All’interno della stessa, i due equipaggi dell’Aliquota Radiomobile, dopo la perquisizione, hanno rinvenuto due martelli nascosti nel cofano ed usati dal soggetto in questione per prendere a martellate l’autovettura del padre disintegrandone gli specchietti, i tergicristalli e colpendola ripetutamente sulla carrozzeria. La compagna e il padre, così, hanno sporto denuncia nei confronti dell’uomo, il quale, nei mesi scorsi, durante l’ennesima aggressione, aveva provocato il ferimento della donna, costretta a ricorrere alle cure del pronto soccorso. A.F., dunque, dopo l’arresto, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato condotto presso la Casa Circondariale di Catanzaro – Siano. Il materiale rinvenuto, invece, è stato sequestrato.