Maltempo, il Comune chiede lo stato di calamità naturale

Lo ha annunciato l'assessore Longo

Il maltempo che nei primi giorni di novembre si è abbattuto sul territorio del capoluogo ha fatto prendere una decisione importante al Comune di Catanzaro. Palazzo De Nobili, infatti, ha inoltrato alla Protezione civile regionale le schede per il riconoscimento dello stato di calamità naturale. Il sindaco Sergio Abramo ha dato l’imput per la predisposizione degli elaborati, supervisionata dall’assessore ai lavori pubblici, Franco Longo, ed eseguita dal settore gestione del territorio diretto da Guido Bisceglia. In particolare, sono state 49 le schede relative agli interventi di monitoraggio, prevenzione e messa in sicurezza che riguardano tutto il territorio comunale, dal quartiere Sant’Elia a Gagliano, passando per il Barone e Janò , finendo a Germaneto. Con le schede, il settore ha anche allegato quelle relative alle segnalazioni pervenute da privati cittadini di località Bellino (contrada Doganieri) che hanno subito danni nell’alluvione del 5 novembre scorso.

L’assessore Longo, dopo aver sottolineato il rispetto dei tempi previsti per la consegna della documentazione e ringraziato gli ingegneri Bisceglia e Rossana Gnasso, insieme agli altri dipendenti impegnati in questa operazione, ha affermato: “L’amministrazione è intervenuta sia in termini di prevenzione, che in chiave di messa in sicurezza in maniera repentina ed efficace. Ora spero che la Protezione civile regionale sia altrettanto puntuale approvando le nostre richieste attraverso le quali potremo proseguire la nostra attività finalizzata alla messa in sicurezza di tutto il territorio”.