Lobello: “Catanzaro Jazz Fest fra concerti, seminari e degustazioni”

“Saranno tre giorni di grande musica, arte e degustazioni in Villa Margherita con il Catanzaro Jazz Fest che aprirà i battenti domani nel polmone verde del centro storico. Un evento legato all’identità catanzarese che, giunto alla 29esima edizione, vedrà il Capoluogo come faro regionale, e non solo, grazie ad una ricca serie di iniziative, incontri e presentazioni mirati anche a celebrare la memoria di figure che hanno lasciato un segno nel nostro territorio”. E’ quanto afferma l’assessore al turismo e spettacolo, Alessandra Lobello, nell’invitare la cittadinanza a partecipare agli eventi previsti nella rassegna dal 19 al 21 giugno. “Il Festival partirà domani alle 21.30 – continua – con la sperimentazione musicale e vocale del duo Boris Savoldelli & Stefano Zeni (voce, violino e live electronics) che il giorno seguente, giovedì 20 giugno alle ore 18, terrà anche un seminario gratuito sulle contaminazioni tra improvvisazione ed elettronica.

La prima serata sarà aperta da un momento commemorativo dedicato a Saverio Rotundo, ‘U Ciaciu, artista icona catanzarese scomparso di recente, attraverso la consegna di una targa alla famiglia. La Cooperativa Atlantide, che promuove il festival, organizzò nel 1995 le sue prime mostre in città e sarà l’occasione per ricordare questa collaborazione, oltre che per ribadire l’impegno congiunto mirato a conservare e rinnovare l’eredità artistica del maestro. Il festival proseguirà giovedì 20 con il concerto che vedrà protagonista il grande contrabassista Ares Tavolazzi, aperto dal ricordo del musicista catanzarese Pietro Aldieri che suonò nella kermesse negli scorsi anni. Sarà ospite anche il direttore del Peperoncino Jazz Festival, Sergio Gimigliano, che presenterà le attività promosse in America e i prossimi appuntamenti in cantiere. Venerdì 21 la chiusura sarà affidata al trio guidato dal pianista Claudio Cojaniz, friuliano che ha deciso di trasferirsi e vivere in Calabria.

 

Sarà anche l’occasione per commemorare la figura di Sisinio Zito, il “papà” del Roccella Jazz Festival: a Catanzaro arriveranno il neosindaco della cittadina ionica, Vittorio Zito e il direttore della storica rassegna, Vincenzo Staiano, per anticipare alcuni eventi già programmati per l’estate. Le giornate in Villa saranno animate anche da angoli food & drink con degustazioni speciali in salsa calabrese ideati ad hoc e che renderanno ancora più gustose e piacevoli le serate”.

Redazione Calabria 7

Fonte