Liti economiche? Si risolvono in Camera di Commercio

La sede del capoluogo diventa OCC

Il Ministero della Giustizia, con il provvedimento del Direttore Generale datato 30 luglio, ha iscritto l’OCC ( Organismo di composizione della crisi da sovraindebitamento) della Camera di Commercio di Catanzaro, nella sezione A del registro degli organismi deputati a gestire i procedimenti di composizione della crisi da sovraindebitamento, di cui all’art. 4 del DM 202/2014. Una notizia positiva in quanto l’OCC è una istituzione volta a fornire informazioni e trovare una soluzione sul sovraindebitamento. L’obiettivo è quello di far uscire da situazione di blocco, debitori e creditori. A tal proposito, all’OCC potranno accedere consumatori, imprenditori agricoli, start-up innovative, imprenditori sotto soglia (art. 1 LF), imprenditori cessati, soci illimitatamente responsabili, professionisti, artisti e altri lavoratori autonomi, società professionali ex L. 183/2011, associazioni professionali o studi professionali associati, società semplici costituite per l’esercizio delle attività professionali, enti privati non commerciali.

Soddisfatto il numero uno della CCIAA del capolugo, Daniele Rossi: “L’iscrizione della Camera di commercio di Catanzaro al registro degli organismi di composizione della crisi è un importante risultato che consentirà a cittadini, imprenditori e professionisti di accedere all’OCC senza rivolgersi al Tribunale per le istanze di accesso alla procedura di sovraindebitamento”. Maurizio Ferrara, egretario generale della CCIAA, sarà il referente dell’OCC.