La Proloco di Belcastro chiede le elezioni: basta commissario

Oggi la Proloco di Belcastro facendo da portavoce di una parte della comunita’ Belcastrese, chiede l’indizione nella prossima tornata elettorale delle elezioni del Comune di Belcastro, poichè Belcastro ha bisogno di un’amministrazione comunale vera e non di un Commissario Prefettizio (part-time) che fa le veci del sindaco per 2 mezze giornate a settimana, in quanto presta servizio altri 2 giorni a settimana al comune di  Botricello e contemporaneamente alla Prefettura.

La gestione commissariale straordinaria del comune di Belcastro insediatasi nel mese di agosto 2019 per la mancata approvazione dei bilanci dell’ente dichiarato in dissesto finanziario dall’amministrazione Pace, doveva servire a risanare l’ente ma , ad oggi cosi’ non e’ stato .

Ad oggi non si sa se i bilanci inviati dal commissario straordinario al ministero dell’interno siano stati approvati o meno  , provocando lo stallo della macchina burocratica ..

     

Belcastro ha bisogno di un sindaco e di consiglieri a tempo pieno 24 ore su 24, 7 giorni a settimana 365 giorni all’anno e dunque si persone che quotidianamente vivono il paese, capendo i bisogni della popolazione .

La goccia che ha fatto traboccare il vaso e’ stata un impegno di spesa per acquisto di tende parasole per 7.300,00,  spesa mai sostenuta dai precedenti amministratori proprio per contenere il grande buco finanziario . E la mancanza di pubblicazione sull’albo comunale di atti che dovrebbero essere pubblici .

Redazione Calabria 7

 

© Riproduzione riservata.

Fonte