Prima volta della Pattuglia Acrobatica Nazionale sul cielo dei Tre Colli

Spettacolo senza precedenti per le Frecce Tricolori a Catanzaro

Frecce_tricolori

(NDL) – Una data da ricordare quella di giovedì prossimo 28 maggio quando saremo tutti a naso (e mascherina) all’insu per ammirare i dieci aerei della Pattuglie Acrobatica Nazionale.

Le cosiddette Frecce Tricolori, vanto dell’Aeronautica Militare, sorvoleranno per la prima volta il cielo di Catanzaro.

L’iniziativa è molto bella e si inquadra in un progetto che tende ad omaggiare le città d’Italia ed unirle sotto il fumo colorato del verde-bianco-rosso in occasione della settimana che culmina nel 2 giugno, festa della Repubblica.

A partire dal 25 Maggio la Pattuglia Acrobatica Nazionale decollerà da Rivolto, sede delle Frecce Tricolori, e toccherà – nell’arco di cinque giorni – tutti i capoluoghi di regione.

Il 28 Maggio 2020 è previsto il sorvolo sulla città di Catanzaro. 

Nella stessa giornata gli aerei saranno anche a Bari, Napoli, Potenza e Campobasso.

Catanzaro dovrebbe essere la prima città e quindi lo show aereo potrebbe tenersi nella prima parte della mattinata.

Considerando la configurazione geografica della città capoluogo, le Frecce – guidate dal ten. col. Gaetano Farina – inizieranno il sorvolo verosimilmente arrivando dal mare quindi dal quartiere Lido della città per poi spostarsi verso il centro storico.

Un’occasione forse unica per foto e video da tramandare ai posteri.

Questo il programma di dettaglio del Giro d’Italia specialissimo per le restrizioni della gente causa Coronavirus:

25 maggio Trento, Codogno, Milano, Torino, Aosta;

26 Genova, Firenze, Perugia, L’Aquila;

il 27 Cagliari e Palermo;

il 28 Catanzaro, Bari, Potenza, Napoli e Campobasso;

il 29 Loreto, Ancona, Bologna, Venezia e Trieste.

Il 2 giugno a Roma

UN PO DI STORIA

Le Frecce Tricolori vennero istituite 59 anni fa, il 1° marzo 1961, quando l’Aeronautica Militare decise di avere un gruppo stabile dedicato all’acrobazia aerea.

La storia delle Frecce però si può far risalire ancora più lontano, quando a luglio 1929, su indicazione di Italo Balbo, il 1° Stormo organizzò un’esibizione acrobatica che riscosse un gran successo e dalla quale si decise di fondare la prima scuola di volo acrobatico nel 1930 a Campoformido che comprendeva all’inizio 5 aerei Fiat C.R.20 Asso. Il gruppo acrobatico venne chiamato la “Squadriglia Folle”.

Oggi, la Pattuglia Acrobatica Nazionale (PAN), nome completo delle Frecce Tricolori, è composta da ben dieci aerei dei quali nove in formazione e un solista.