Iniziativa FdI per l’ambiente, Ferro: “Giovino va preservato da cementificazione”

Hanno scelto la pineta di Giovino, polmone verde del quartiere marinaro e luogo simbolo delle battaglie ambientaliste di Fare Verde nei primi anni ’90, militanti e simpatizzanti di Fratelli d’Italia, che  si sono uniti alle iniziative dal titolo “Chi ama la Patria difende l’ambiente” organizzate in tutta Italia dal partito di Giorgia Meloni per ribadire l’importanza del tema della difesa ambientale nelle politiche nazionali e internazionali – dalla lotta alla plastica alla riconversione delle industrie, all’educazione dei giovani – ma anche per alzare l’attenzione soprattutto in Calabria su questioni quali il ciclo dei rifiuti, l’efficienza del sistema depurativo, il contrasto alla cementificazione selvaggia.

Alla manifestazione, durante la quale è stato donato e  piantato un albero come piccolo segnale di riqualificazione ambientale, ha preso parte il deputato Wanda Ferro, commissario provinciale di Fratelli d’Italia, affiancata dalla responsabile del dipartimento Ambiente Marcella Pelliccia e da altri dirigenti provinciali.

     

“La pineta di Giovino – ha detto Wanda Ferro – che negli anni è stata riqualificata e sottratta al degrado, oggi è un luogo stupendo che va preservato dalla cementificazione perché possa esprimere le grandi potenzialità di uno sviluppo turistico sostenibile”.  L’iniziativa è stata dedicata, a quattordici anni dalla sua scomparsa, a Paolo Colli, il fondatore di Fare Verde, la prima associazione di tutela ambientale estranea alla rete della sinistra, nata nel 1986. “La conservazione delle differenze e delle peculiarità necessarie all’equilibrio spirituale del pianeta, il rispetto delle leggi di natura, la valorizzazione del rapporto più intimo con i luoghi e con il paesaggio, la difesa delle identità locali,  il no alla riduzione della natura a strumento di profitto,  la messa in discussione di un modello di sviluppo fondato sul consumismo esasperato, sono i principi cardine di un’idea di ambientalismo che si è sempre ben distinto dall’ecologismo mondialista e materialista”, ha detto Wanda Ferro, che, citando la frase di un nativo americano, ha ricordato come “questa terra non l’abbiamo ereditato dai nostri padri, ma l’abbiamo presa in prestito dai nostri figli. Fratelli d’Italia sta conducendo in Parlamento importanti battaglie nella consapevolezza che la tutela dell’ambiente è un impegno doveroso nei confronti delle generazioni che verranno”.

Fonte