Inchiesta sui pontili del porto di Catanzaro, la procura chiede la nomina di un perito

Il pubblico ministero che, dieci giorni fa ha ottenuto il sequestro dei pontili del porto di Catanzaro Lido, ha chiesto al giudice delle indagini preliminari la nomina di un perito che accerti la realizzazione a regola
d’arte dei pontili e la loro conformità, da un punto di vista tecnico-strutturale, ai dati progettuali ed alla caratteristiche fornite dalla casa costruttrice. Nei prossimi giorni spetterà al gip  decidere
se accogliere o rigettare la richiesta. Si precisa che si tratta di una accertamento tecnico che si svolgerà nelle forme del c.d. incidente probatorio e quindi con la partecipazione degli indagati che potranno
nominare un proprio consulente. La decisione del pm e’ stata accolta con soddisfazione dalla societa’ che
gestisce il porto la quale nei giorni scorsi aveva sollecitato il Comune di Catanzaro ad effettuare una perizia, avente lo stesso contenuto, dichiarandosi pronta anche a sopportare le relative spese. Evidentemente la Navilus Srl non teme nuovi accertamenti ed anzi, a dire dei difensori, gli avvocati Enzo De Caro e Vitaliano Leone, la richiesta del pubblico ministero servirà a chiarire la regolarità delle opere seguite, con
l’unico rammarico che una simile indagine andava fatta prima di chiedere la misura estrema del sequestro.

     

Fonte