Il neo procuratore di Catanzaro Gratteri già all’attacco

 Dopo aver apposto la firma sull’atto di nomina, il magistrato calabrese fa capire subito di non essere venuto nel capoluogo di regione a svernare

{loadposition in-article}

 Parte subito con le marce alte il lavoro di Nicola Gratteri nel suo nuovo incarico di procuratore capo presso il Tribunale di Catanzaro.  Dopo aver apposto la firma sull’atto di nomina il magistrato calabrese che ha trascorso ben 23 anni alla procura di Reggio, firmando alcune tra le operazioni antindrangheta più importanti a livello regionale, nazionale ed internazionale,  fa capire subito di non essere venuto nel capoluogo di regione a svernare. La pianta organica verrà presto rimpolpata ma prima la Procura ha bisogno di spazi adeguati e più ampi. Gratteri chiede  allora buon senso e ragionevolezza perché a due passi dai due tribunali c’è una sede praticamente pronta, ma inutilizzata da dieci anni.  Altrimenti si farà costruire fuori dal centro città