Il Corace ‘aggredisce’ la spiaggia ma nessuno se ne cura

spostato verso sinistra di almeno duecento metri rispetto al suo alveo naturale.

l fiume Corace è uno dei corsi d’acqua più noti del Catanzarese, attraversa buona parte della provincia e sfocia nella zona marinara del Capoluogo, separandolo da Roccelletta di Borgia.

Da un po’ di settimane a questa parte appare molto più largo e ingrossato del solito, nonché spostato verso sinistra di almeno duecento metri rispetto al suo alveo naturale.

In sostanza la foce del fiume è stata completamente mutata, tutto ciò è ovviamente dovuto alle avverse condizioni meteo che nei mesi invernali hanno avuto evidentemente un impatto sul torrente mutandone le condizioni.

Visto che ora adesso l’acqua scorre lì dove l’estate si vanno a fare i bagni e che spesso le foci dei fiumi sono zone sudicie sarebbe opportuno che nell’interesse di tutti, anche e soprattutto di madre natura, e nel rispetto delle normative vigenti sulla tutela ambientale si facessero gli opportuni accorgimenti per poter riportare il fiume a casa propria, lontano dal muretto dal quale affacciandosi lo si riusciva a vedere solo in lontananza. Senza contare che il cambio di foce sottrae preziosi metri di spiaggia e di litorale nella prima zona del lungomare.

A.C.