Igiene e sicurezza, blitz dei Carabinieri: scattano deferimenti

Controlli a sorpresa all'Isola Ecologica di Girifalco

Diverse irregolarità riguardo la sicurezza dei lavoratori e la tutela dell’ambiente. È stato questo il risultato del blitz dei Carabinieri di Girifalco e della locale Stazione Carabinieri Forestale scattato nell’Isola Ecologica di Girifalco. I militari, hanno, così, deferito due persone alla competente Autorità Giudiziaria. Si tratta del titolare dell’impresa appaltatrice ed il preposto responsabile della sicurezza sul luogo di lavoro. Gli stessi non avrebbero vigilato sull’osservanza da parte degli impiegati delle norme in materia di salute e sicurezza sul lavoro, senza adoperarsi per limitare la loro esposizione a rischio. L’accesso degli operanti ha, inoltre, rivelato come i lavoratori non lavorassero in adeguate condizioni igienico – sanitarie.

Gli impianti, infatti, sprovvisti di segnaletica stradale e di sicurezza, non erano sottoposti a regolare pulizia. Il personale dell’isola ecologica non poteva usufruire di idonei servizi igienici, dispositivi di protezione individuali, spogliatoi dedicati ed indumenti protettivi da tenersi separati dagli abiti ordinari, soffrendo inevitabilmente il contatto con un ambiente nocivo per la salute. L’intervento ha tratto le mosse dall’esigenza di contribuire a supporto dell’essenziale servizio della raccolta e del trattamento dei rifiuti, in favore di lavoratori ed utenti, intendendo costituire innanzitutto utile attività di prevenzione.