I Quartieri: nuovi delegati territoriali

C’è una credibilità anche e soprattutto politica che non nasce da insegne, gonfaloni, bandiere, medaglie, lustrini o foto di famiglia. E’ quella credibilità che nasce dal basso, nel sapere ascoltare – veramente – le istanze dei cittadini e soprattutto non usare le stesse per fini che hanno il respiro chiuso in una stanza, generalmente quella dei bottoni, dimenticando il “giorno dopo” che le istanze che si dovevano rappresentare hanno sempre una radice umana, fatta di carne e di sangue.

Su questa evidenza, che certifica il fallimento della politica cosiddetta, noi come Associazione I QUARTIERI abbiamo ripreso in cammino in autonomia nel panorama cittadino, con l’intento e l’obiettivo di costruire dal basso una proposta di governo, ma soprattutto di coinvolgere nella squadra i tanti, che come molti di noi, si definiscono eretici politici e che vogliono bene alla città di Catanzaro!

E’ di queste ultime ore l’adesione al nostro progetto degli amici Salvatore FOLINO e Raffaele POSCA, che entrano a far parte della squadra, portando in dote le loro singole capacità, ma soprattutto una visione attenta su alcune realtà del territorio e sulla valorizzazione di risorse per troppo tempo dimenticate o sottostimate.

A Salvatore FOLINO, persona molto attenta all’aspetto sociale, nonché attento conoscitore di una realtà territoriale che vicina al centro storico è ormai diventata anche essa periferia, abbiamo conferito la responsabilità e la  rappresentanza della nostra Associazione per il territorio STRATO’-CZ CENTRO.

A Raffaele POSCA che da sempre rappresenta un punto di riferimento nel settore dall’associazionismo sotto molte declinazioni, nonché attento conoscitore della storia e delle tradizioni dei quartieri, con evidenza particolare per il suo territorio, abbiamo conferito la delega quale Responsabile Cultura e rappresentante della nostra Associazione per il territorio di GAGLIANO.

Auguriamo ad entrambi buon lavoro, in una squadra convinta che vuole rappresentare un elemento di discontinuità sul criterio della verità e della competenza, manifestando la soddisfazione di tutti noi, in una sfida che ci vede tutti protagonisti insieme a quella parte di città che chiede ormai da tempo, legalità, trasparenza e compartecipazione.

 

Fonte