Granato (M5s): necessari controlli su assunzioni

«La Regione Calabria assicuri la massima trasparenza sulle stabilizzazioni e sul reclutamento di personale, soprattutto in questa delicata fase di avvicinamento alle elezioni regionali».

Lo afferma, in una nota, la senatrice M5S Bianca Laura Granato, segretaria della commissione Istruzione pubblica e Beni culturali, a proposito dei recenti atti con cui il dirigente generale delle Risorse umane della Regione Calabria ha avviato le procedure di stabilizzazione di 31 lavoratori precari, tra cui giornalisti, secondo il Csa della Cisal in maniera discutibile.

«Più volte, a poche settimane dal voto regionale, in Calabria – sottolinea la parlamentare del Movimento 5 Stelle – si sono registrate strane manovre, tipo distribuzione di fondi pubblici a pioggia, definizione di corsi formativi con rimborsi per i candidati selezionati e altre iniziative sospette, in un territorio da sempre caratterizzato, purtroppo, da situazioni di clientelismo derivate dallo sfruttamento politico del bisogno economico.

     

Perciò occorre tenere gli occhi ben aperti e responsabilizzare i vari dirigenti, invitandoli, proprio alla luce di risapute pratiche del passato, a garantire la dovuta imparzialità degli uffici e la possibilità di controllare in ogni momento gli atti pubblici». «In questo senso – conclude Granato – la Regione Calabria difetta nell’aggiornamento dei dati, come conferma lo stato della sezione del portale istituzionale dedicata alla trasparenza. Mi appello a cittadini e sindacati perché contribuiscano alla vigilanza sugli atti riguardanti le assunzioni, le consulenze e tutti gli impegni di spesa, àmbiti già oggetto di nostre numerose denunce all’autorità giudiziaria».

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Fonte