Gomme sgonfie, bus AMC costretti al fermo

Denuncia dell’USB

Continuano i problemi relativi al trasporto pubblico cittadino. Alcuni bus AMC, infatti, sono fermi nel piazzale del deposito con gli pneumatici sgonfi. Una situazione grottesca considerando che, l’ azienda municipalizzata, spende circa 25mila euro per pagare una ditta preposta, appunto, per le riparazioni delle gomme. Uno spreco di soldi pubblici che viene denunciato dall’USB. L’Unione Sindacale di Base, come recita una nota, ha puntato ancora una volta il dito contro l’azienda per la Mobilità della città di Catanzaro, accusata di non rispettare, tra le altre cose, le regole di riposo giornaliero previste per i dipendenti, costretti a superare la durata massima settimanale delle ore di lavoro oltre ogni limite.

Successivamente, lo stesso sindacato descrive anche le situazione relativa alla funicolare, chiusa per la prevista manutenzione ventennale, ma non sostituita a dovere. Stando a quanto riporta l’USB, dei due bus navetta adibiti alla sostituzione del servizio, ne funziona solo uno, con conseguenti disagi soprattutto per quei cittadini che devono recarsi al lavoro. Oltre alle denunce -conclude la nota- attendiamo fiduciosi che i lavoratori, stanchi di queste malversazioni, si decidano con la USB ad azioni determinate ed incisive”.