Gagliano, ripulita la discarica di ‘Cuturelle’

Sono sparse in diverse zone della città e sono autentici monumenti di inciviltà. Una di questa dava bella mostra di se in contrada Cuturelle, a Gagliano, umiliando l’immagine dell’intera città.  Gli operatori della Sieco, utilizzando i mezzi meccanici, hanno rimosso quintali di ingombranti e rifiuti di ogni genere. La discarica abusiva di “Cuturelle” era stata segnalata da molti cittadini. Si tratta dell’ennesimo ammasso di rifiuti sorto nel quartiere Gagliano, ma altri se ne formano puntualmente in altri punti della città a causa dell’inciviltà di persone che non rispettano le regole.

Tali comportamenti illeciti rischiano anche di vanificare gli ottimi risultati raggiunti dalla raccolta differenziata. Eppure, i servizi erogati dall’azienda appaltatrice, dalla raccolta “porta a porta”, al ritiro a domicilio degli ingombranti fino all’installazione delle isole ecologiche in quattro diversi punti del territorio, consentono a chiunque voglia rispettare le regole di disfarsi dei rifiuti prodotti nelle case o nelle attività commerciali in modo corretto, senza creare danno all’ambiente e senza trasformare tratti di strade in percorsi a ostacoli, maleodoranti e lesivi della dignità di una città.

“Se si tollerano certi gesti e non ci si indigna – ha affermato il sindaco Sergio Abramo -, questi atti rischiano di moltiplicarsi. Dobbiamo isolare coloro che, disprezzando il bene comune, non ci pensano due volte a gettare rifiuti per strada, insozzare i marciapiedi, disseminare lattine e bottiglie sulle spiagge. La condanna di un comportamento incivile da parte della comunità deve supportare l’intervento sanzionatorio delle autorità. Fare sentire la propria disapprovazione verso chi non ha senso civico è un primo passo. In questi giorni stiamo riflettendo su quali possano essere le soluzioni più adeguate a garantire che discariche come quelle viste finora non possano più formarsi. La polizia municipale, con i pochi agenti disponibili, fa quel che può”.

L’intervento di stamattina, che ha consentito il ripristino della pulizia e del decoro di contrada “Cuturelle”, ha richiesto l’utilizzo di più automezzi e si è concluso dopo circa cinque ore di lavoro. Tra i materiali abbandonati in modo illecito, anche cucine e scaldabagni.

E’ necessario ricordare che, contattando il numero verde 800 86 29 86 dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 13 e dalle 14.30 alle 18.30; il sabato dalle ore 9 alle 13, è possibile concordare il ritiro gratuito a domicilio dei rifiuti ingombranti