Funicolare chiusa, l’odissea di un cittadino

Episodio denunciato dall'USB

Il problema del trasporto pubblico a Catanzaro è, ormai, noto a tutti. Una frase emblematica, che potrebbe racchiudere l’odissea vissuta da un cittadino catanzarese, F.M., qualche giorno fa, prontamente denunciata all’Unione Sindacati di Base. Lo stesso, abbonato e da sempre fruitore della funicolare, come recita la lettera inviata al sindacato, nel pomeriggio di martedì 21 agosto, dopo aver terminato il suo orario di lavoro si era recato presso la stazione della funicolare del centro storico con l’intenzione di arrivare al parcheggio di Sala per riprendere la vettura e tornare a casa. Arrivato all’impianto di trasporto, però, la sgradita sorpresa: funicolare chiusa e sosta sotto la pioggia senza possibilità di ripararsi. Una situazione che ha mandato su tutte le furie F.M., e altri cittadini, i quali hanno chiesto info ad un autista di un bus AMC, in sosta a Piazza Roma. Grazie a quest’ultimo, in contatto con l’azienda, si è scoperto il motivo della chiusura della funicolare, “ferma” per mancanza di personale, in quanto tutto in ferie. Discorso diverso per il bus sostitutivo, soppresso per “coprire” altre corse.

A questo punto, dopo aver capito che saranno ore difficili, F.M. cerca un taxi per tornare a casa, nella zona sud della città. Quello che dovrebbero esserci a Piazza Prefettura, nonostante le chiamate, sono assenti mentre quello di Piazza Matteotti, dopo una lunga attesa e svariate chiamate, trasporta il cittadino, ormai inzuppato e fradicio, in questione fino alla sua automobile, parcheggiata, come detto poc’anzi, nell’area della funicolare del quartiere Sala. Arrivato a casa, dopo aver pagato 20 euro, per F.M. c’è un’altra amara sorpresa. Lo stesso, infatti, è costretto a spendere altri 24 euro di antibiotico per curare l’influenza causata dalle svariate ore trascorse sotto la pioggia, ed a rimanere a casa, senza poter recarsi presso il posto di lavoro. Oltre al danno, dunque, la beffa.

Ricordiamo che, il prossimo 7 settembre, anche grazie al sostegno dell’USB. la categoria del Trasporto Pubblico Locale AMC di Catanzaro. ha indetto uno sciopero di 4 ore (dalle 8.00 ndr).