Ennesimo furto al Gaslini, fermati due soggetti

Pronto intervento dei Carabinieri

E’ andata decisamente male a due soggetti, protagonisti dell’ennesimo furto al Parco Gaslini del quartiere Lido. Come segnalato sul gruppo Facebook “Sei di Marina di Catanzaro se…”, i malviventi, introdottisi all’interno del Bistrot, ubicato nella struttura, sono stati beccati in flagrante dai Carabinieri. L’area, già “famosa” per episodi simili, era attenzionata dai giorni scorsi.

L’AMAREZZA DELLA PROPRIETARIA DI “CASA GASLINI” – Roberta Perrone, proprietaria del Bar-Bistrot Pizzeria sito all’interno del Parco Gaslini, contattata dalla redazione di CatanzaroTV, mostra tutta la sua amarezza per l’ennesimo episodio di micro-criminalità che ha interessato, ancora una volta, la sua attività commerciale:La serie di atti criminali che ha colpito la mia attività, ma anche altri esercizi di Lido, non solo danneggia dal punto di vista economico il quartiere, ma soprattutto ci fa capire di essere alla mercé di una criminalità spietata, senza timore e paura. L’ennesimo furto, questa volta nel chiosco suscita in me amarezza. Sono distrutta, ma allo stesso tempo contenta in quanto, grazie all’attenzione sollevata ultimamente sulla micro-criminalità che sta caratterizzando il quartiere, l’efficienza dei Carabinieri ha saputo difenderci questa volta con successo dall’ennesimo brutto episodio. Ringrazio in particolar modo tutte le forze dell’ordine che ci sono vicine. La situazione non è bella, ma noi non molliamo e siamo fiduciosi”.

AGGIORNAMENTO – Nel corso della notte i Carabinieri della Stazione di Catanzaro Lido, in servizio di pattuglia nel quartiere marinaro del capoluogo, sono intervenuti presso un chiosco/bar ubicato presso il parco Gaslini, ove era appena stato segnalato un furto in atto. Giunti sul posto i militari hanno subito riscontrato i segni di effrazione sulla porta d’ingresso del locale, messo a soqquadro dai malfattori. Immediata è partita, quindi, la caccia ai responsabili che, in ragione del brevissimo lasso di tempo trascorso, non potevano essere troppo lontani. Dopo pochi minuti, infatti, gli stessi militari del Lido bloccavano due giovanissimi nei pressi della Stazione Ferroviaria. Ad insospettire i militari il fatto che i due adolescenti, un giovane che ha compiuto 18 anni da pochi giorni e un 17enne incensurato, avessero tentato di disfarsi di un cacciavite nonché di grossi sacchi, all’interno dei quali i Carabinieri rinvenivano numerosi generi alimentari, costituenti l’intera refurtiva appena asportata dal chiosco.

Ad ulteriore conferma delle responsabilità dei due complici, i militari hanno esaminato le immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza della zona, riscontrando la corrispondenza tra l’abbigliamento indossato dai malviventi e quello dei giovani identificati. Il cacciavite rinvenuto è stato posto sotto sequestro quale cosa pertinente al reato, in quanto verosimilmente utilizzato per forzare la porta d’ingresso del bar, mentre l’intera refurtiva, del valore di circa 2.500 Euro, è stata restituita al legittimo proprietario. Ultimate le formalità di rito, il giovane maggiorenne, S.B. cl. 2001, è stato tratto in arresto nella flagranza del reato di furto aggravato in concorso e, su disposizione dell’A.G., sottoposto alla misura degli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida. Per il minore, incensurato, è scattata invece la denuncia.