Droga nascosta nelle patatine, in manette fratelli nel quartiere Stadio

Carabinieri in azione

Sono finiti in manette Antonio e Luca Cuda, rispettivamente di 23 e 19 anni, trovati in possesso di sostanze stupefacenti. I due fratelli, già noti alle forze dell’ordine per precedenti reati contro la persona e per droga, sono stati sorpresi dai Carabinieri della Compagnia di Catanzaro durante un servizio di prevenzione e repressione dei reati, nelle vicinanze dello zona Stadio. I militari dell’Arma, dopo aver sottoposto i due a regolare controllo su strada, hanno esteso la perquisizione anche a livello personale e domiciliare rinvenendo circa 5 grammi di cocaina, 22 grammi di marijuana e 0,5 grammi di hashish, suddivisi in diverse dosi dal peso variabile, conservati all’interno di una scatoletta in latta e di una busta di patatine poste nella camera da letto dei due ragazzi.

Oltre alle sostanze stupefacenti, i Carabinieri hanno anche sequestrato 145 euro in contanti trovati addosso al più giovane. Per entrambi i fratelli è scattata la misura cautelare degli arresti domiciliari, in attesa dei successivi provvedimenti di rito.