Donna truffata su Whatsapp per circa 16mila euro

La vittima è una 64enne catanzarese

Prima è stata adescata tramite messaggi su Whatsapp, con una relazione sentimentale. Successivamente, le sono stati sottratti quasi 16mila euro, attraverso bonifici su conti correnti. Protagonista della vicenda una 64enne catanzarese che, seppur troppo tardi, si è rivolta al Commissariato Sezionale di Polizia di Catanzaro Lido per  sporgere denuncia sull’ingente danno economico subito. La donna, attratta da un soggetto presentatosi come “colonnello Melvin”, è stata truffata da quest’ultimo, il quale, ha inviato alla stessa una foto di una valigetta che dichiarava contenere banconote per il valore di 2.400.000 dollari. Una somma importante che, il fantasioso “colonnello Melvin” voleva consegnare alla donna nel periodo in cui il colonnello sarebbe stato in missione Siria. La valigetta, però, secondo il malvivente si trovava in Bulgaria, bloccata alla dogana. Per sbloccare la fantasiosa situazione, così, il “colonnello Melvin” ha richiesto grosse somme di denaro. Somme versate  a più riprese dalla donna con bonifici, 2 su un conto corrente italiano e 2 su conti esteri, per una somma complessiva di 15.750,00 euro. Il personale del Commissariato, durante l’indagine, ha verificato l’identità dell’intestatario del conto corrente italiano, collegato ad una carta postepay.

Dai movimenti oltre ai versamenti effettuati dalla donna, sono risultate operazioni in entrata e in uscita di valori elevati. Così, dopo una serie di accertamenti, si è risalito all’autore della truffa. Si tratta di un cittadino di nazionalità nigeriana I.O. 24enne  residente a Torino, denunciato alla competente Autorità Giudiziaria. Proseguono, infine, le indagini per individuare gli intestatari dei conti correnti esteri.