Dimensionamento scolastico, Provincia Catanzaro: evitare perdita posti lavoro

Evitare la perdita di posti di lavoro. E’ questo l’input che ha guidato la definizione del nuovo piano di dimensionamento scolastico 2020-2021 elaborato dall’Amministrazione provinciale guidata dal presidente Sergio Abramo e presentato ai sindaci e ai dirigenti scolastici di tutto il territorio della provincia di Catanzaro.

“Abbiamo svolto un lavoro certosino – ha esordito il vicepresidente Antonio Montuoro – per seguire al meglio le linee guida dettate dalla Regione e dall’ufficio scolastico regionale. La nostra maggiore attenzione l’abbiamo riversata sull’eliminazione delle reggenze e sul consolidamento di tutti gli istituti, sempre badando alla salvaguardia di tutti i posti di lavoro. Abbiamo operato per garantire un lavoro massimamente efficiente a vantaggio e a beneficio di tutta la comunità”.

Il delegato alla Pubblica istruzione, consigliere Ezio Praticò, ha parlato “di grande lavoro di squadra” e ha voluto ringraziare la professoressa Nuccia Carrozza, il dirigente Floriano Siniscalco e la funzionaria Tiziana Suraci “per aver portato avanti una brillante attività raggiungendo un risultato in grado di soddisfare le diverse realtà scolastiche”. All’incontro hanno anche partecipato i consiglieri provinciali Marziale Battaglia, Gregorio Gallello, Giuseppe Pisano e Fernando Sinopoli.

     

Il piano di dimensionamento scolastico, che ora dovrà essere approvato in Consiglio, è stato elaborato tenendo conto del dpr 233/98 secondo cui “per acquisire e mantenere l’autonomia scolastica, gli istituti, in base ai commi 5 e 5 bis dell’art. 19 della legge 111/2011, devono avere un numero di alunni pari a 600. Ciò comporta l’unificazione delle scuole che non raggiungono gli indici prefissati. Deroghe agli indici di riferimento della popolazione scolastica possono essere concesse nelle piccole isole, nei Comuni montani nonché nelle aree geografiche contraddistinte da specificità etniche o linguistiche comportando la riduzione del parametro numerico a 400 alunni”. Particolarmente importante risulta l’inserimento, nel nuovo piano di dimensionamento, di tre nuove direzioni scolastiche nei Comuni di Martirano Lombardo, Simeri Crichi e Badolato così da tutelare le aree interne maggiormente soggette a possibili spopolamenti.

Ampia e soddisfatta è stata la partecipazione di tutti i componenti scolastici e amministratori presenti, che hanno evidenziato “la straordinaria capacità dell’Amministrazione provinciale di condividere programmi e di portare avanti in piena sinergia decisioni importanti che impattano fortemente sulla vita dei cittadini”.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Fonte