Danneggia sistemi informatici aeroporto Lamezia Terme, denunciato

Ha danneggiato sistemi informatici di proprietà del Ministero dell’Interno, in uso alla Polizia di Stato, installati nelle postazioni adibite ai controlli di frontiera dell’aeroporto di Lamezia Terme (Catanzaro). Per questo motivo, personale della squadra di Polizia Giudiziaria in servizio all’Ufficio di Polizia di Frontiera, ha denunciato in stato di libertà un uomo A. S. M., di 42 anni per il reato di danneggiamento aggravato.

In partenza con la famiglia per Milano/Malpensa, il denunciato, nella notte dell’8 luglio scorso, in attesa di imbarcarsi, ha introdotto il braccio nella feritoia della vetrina del box, scaraventando per terra tutto l’apparato informatico (monitor – scanner per documenti – lettore per impronte digitali ed atri sofisticati sistemi utilizzati per i controlli di polizia) reso così inutilizzabile. In brevissimo tempo la Polizia è riuscita a delineare i contorni della vicenda.

     

La visione delle immagini del sistema di videosorveglianza e, successivamente, l’acquisizione di fotografie sul profilo di un social network, hanno permesso di identificare l’autore del reato.

Le indagini si sono avvalse anche della testimonianza di una guardia particolare giurata, in servizio ed in sala al momento del fatto. La guardia non solo ha confermato l’identità della persona identificata grazie alla fotografia mostrata dagli investigatori, ma ha anche arricchito la ricostruzione dei fatti di particolari, in ordine agli atteggiamenti dell’uomo.

Redazione Calabria 7

Fonte