Coronavirus, tre sindaci calabresi chiudono le scuole

I sindaci di tre Comuni calabresi hanno provveduto, con propria ordinanza, a chiudere le scuole nei rispettivi territori di competenza.

La decisione rientra nei sistemi di gestione e prevenzione legato all’emergenza per la diffusione del Coronavirus. Scuole chiuse, quindi, a partire da domani nei Comuni di Nocera Terinese, in provincia di Catanzaro, Belvedere Marittimo e Fuscaldo nel Cosentino. A Nocera Terinese, il sindaco Antonio Albi ha disposto la chiusura delle scuole e il divieto di ogni tipo di manifestazione pubblica “preso atto dell’evoluzione epidemiologica da Covid-19 in alcune Regioni del Nord Italia”, considerato “che alcuni cittadini noceresi sono rientrati dalle zone di focolaio sul territorio di questo Comune”, e ritenuto pertanto di “dover garantire la pubblica incolumità a favore della popolazione” del territorio”. Il sindaco di Fuscaldo, Gianfranco Ramundo, ha spiegato: “ho sempre evitato di arrivare alla chiusura delle scuole, ma di fronte alla salute e in attesa di precise comunicazioni, non possiamo non mettere in moto adeguate azioni di prevenzione”. Nella giornata di oggi anche il sindaco di Catanzaro, Sergio Abramo, aveva sollecitato una riflessione per un provvedimento analogo in ambito regionale.

Redazione Calabria 7       © Riproduzione riservata.

Fonte