Consiglio comunale Catanzaro, Costanzo: “Uccisa la democrazia”

Nota stampa del capogruppo di “Fare per Catanzaro”, Sergio Costanzo, sul consiglio comunale svoltosi ieri. In particolar modo, il consigliere comunale si scaglia contro Marco Polimeni, presidente del civico consesso, e la maggioranza, rei di aver ucciso la democrazia.

“Non ci riesce la maggioranza. Non ce la fa a sostenere il dibattito a rispondere tono su tono . A questo punto mi tocca dare il punto al sindaco che quanto meno non si sottrae mai, anche a costo di essere ruvido e sostenere l’insostenibile.

Di insostenibile invece il presidente del civico consesso, Marco Polimeni, e i tanti nani e ballerine che affollano quell’aula intitolata ad un signore della politica, hanno solo la leggerezza dell’essere. Già perché sono così leggeri ed inconsistenti nel loro essere consiglieri comunali democraticamente eletti, che, pur di non reggere il confronto decidono di uccidere la democrazia e togliermi la parola per impedirmi di esprimere un pensiero, lo stesso per il quale io mi onoro di essere stato votato e per il quale do conto ai miei elettori che, se la matematica non è un’opinione sono più di quelli dei miei colleghi e quindi io ho maggiori responsabilità che sento tutte addosso e che porto all’interno di un’aula.

Chi zittisce un consigliere comunale eletto zittisce la gente. Lo imparino i neofiti del consiglio comunale, ma lo imparino soprattutto i Capigruppo di maggioranza a cui ricordo di essere amministratori del Capoluogo di Regione, ne prendano atto i loro elettori”.

Redazione Calabria 7

Fonte