Comune Catanzaro, Mancuso: “Riaccertamento Iva questione risaputa”

“Tutto si può imputare all’amministrazione comunale guidata da Sergio Abramo, tranne che di non essere capace di tenere i conti in ordine e gestire le casse salvaguardando la stabilità economico-finanziaria dell’ente. La questione sollevata sulla stampa in merito a detrazioni Iva e Irap, relative a esercizi di bilancio dal 2013 al 2017, non è nuova, anzi è stata tempo fa discussa anche in Consiglio comunale. Chi ha voluto dare in pasto una notizia non ha fatto nessuno “scoop”, essendo la questione risaputa, ma dal momento che nessuno ha niente da nascondere, colgo l’occasione per fare chiarezza e sgomberare il campo da ogni equivoco montato ad arte”. Lo afferma il consigliere comunale Filippo Mancuso (Catanzaro con Abramo).

“Gli uffici finanziari hanno proceduto ad effettuare, tramite professionisti e società specializzati nel settore della fiscalità pubblica, un riaccertamento dell’Iva a carico della amministrazione comunale. A seguito di tale lavoro, che rientra nell’ordinaria attività di controllo degli uffici, il risultato è stato un saldo dell’Iva a favore del Comune di Catanzaro e quindi, integrando le dichiarazioni già presentate, è stato richiesto il relativo rimborso. Ne é derivata, dunque, l’iscrizione di tale importo nei residui attivi e l’accantonamento nell’avanzo di amministrazione indisponibile. Semplificando per chi ci legge, vuol dire che tali somme l’amministrazione non li utilizzerà a piacimento, bensì resteranno responsabilmente accantonate fino a quando non ci sarà la certezza della loro utilizzabilità. In questo contesto, prima di concedere il rimborso, l’Agenzia delle entrate ha effettuato una verifica fiscale dalla quale è scaturito un processo verbale di constatazione che contesta l’operato degli uffici. Tale verbale sarà oggetto di contraddittorio, nonché di tutte le procedure che le norme consentono per la difesa in campo tributario. Si vuole rassicurare la cittadinanza che in caso di soccombenza dell’amministrazione si può ragionevolmente affermare che la restituzione o azzeramento del rimborso che chiede l’amministrazione non comporterà alcun problema, in quanto tali somme non sono state né utilizzate né tantomeno impegnate. Per ulteriore completezza di informazione, si ritiene opportuno portare a conoscenza che la società che ha effettuato il lavoro e che ci rappresenta nei confronti del fisco ha una assicurazione per responsabilità per oltre quattro milioni di euro, anche se ritiene che verosimilmente il contenzioso si concluderà a favore della nostra amministrazione.

     

In conclusione, su questo argomento non si può tacciare l’amministrazione di aver peccato in termini di trasparenza o gestione tecnica. L’eredità che lascerà il sindaco Abramo alla futura amministrazione consentirà di non andare a gravare in alcun modo sulle tasche dei cittadini, diversamente da come invece sta avvenendo in tutti gli altri enti locali dove i debiti per diversi milioni di euro finiranno per pesare sull’economia delle singole famiglie. Invito, perciò a non sparare a zero contro un’amministrazione, quella guidata dal sindaco Abramo, che proprio della gestione economico-finanziaria ha sempre fatto il proprio punto di forza distinguendosi quale esempio virtuoso a livello regionale”.

Redazione Calabria 7

Fonte