Comune Botricello, risposta a consigliere che ha denunciato inquinamento in mare

“Nella serata di domenica è apparso sui social un comunicato, corredato da fotografie, a firma del consigliere di Minoranza Gregorio Voci, il quale con toni drammatici e apocalittici denunciava una situazione di grave inquinamento ambientale nel nostro mare, la cui colpa, secondo lui, era attribuibile all’amministrazione comunale”. Inizia così la nota stampa del Comune di Botricello in risposta al messaggio social del consigliere Voci.

“Saremmo curiosi di sapere se chi parla conosce la causa di quelle macchie o no. Se la conosce e scrive lo stesso è un “BUGIARDO”. Se non la conosce e scrive attribuendola ad inquinamento è un “IGNORANTE”, e prima di scrivere dovrebbe documentarsi. L’ignoranza deriva dalla mancata conoscenza dei fatti; la bugia dalla mistificazione della realtà. Sia in un caso che nell’altro siamo di fronte a fatti gravi. L’ignoranza e la bugia sono due grossi difetti che causano danni enormi e gravi a chi li pratica e alla collettività. I bugiardi e gli ignoranti sono pericolosi per se stessi e per gli altri.

Purtroppo, molte volte le persone parlano a sproposito, raccontano menzogne e mistificano la realtà con il solo scopo di ottenere piccoli vantaggi, senza curarsi dei danni che questi comportamenti possono provocare all’economia del territorio ed ai cittadini.

Questi soggetti, definiti scientificamente ”bugiardi”, manipolando la realtà tendono a mentire spudoratamente e pur di ottenere piccoli vantaggi non rendendosi conto delle conseguenze negative che ne derivano.

Altre volte persone non conoscendo i fatti scrivono al solo scopo di farsi notare ed essere al centro dell’attenzione per godere di qualche minuto di notorietà. Questi sono gli “ignoranti”.

Messaggi di questo tipo deturpano l’immagine di un’intera comunità e mettono a rischio l’economia del territorio, vanificando , agli occhi dei turisti, il sacrificio di tantissimi operatori economici e dell’Amministrazione comunale che li rappresenta, impegnata quotidianamente, tra mille difficoltà, a cercare di risolvere gli innumerevoli problemi di ordine finanziario e organizzativo lasciati in eredità da amministratori incapaci e senza scrupoli che hanno letteralmente distrutto il nostro comune.
Nella fattispecie, “il devastante inquinamento marino” denunciato dal consigliere di Minoranza, altro non era che rilascio di pollini di pino ed eucalyptus (sostanza naturale) dalla vegetazione costiera, assolutamente collegabile a nessun tipo di inquinamento chimico o microbiologico.

Segnalazioni di avvistamento di queste chiazze di colore giallo, oltre che sulla nostra spiaggia, si sono avute sui litorali di Montauro, Soverato, Squillace, Roccelletta, Catanzaro Lido, Sellia Marina, Cropani, Cutro e su ampie zone della costa del Crotonese.

Fenomeno naturale causato dall’improvviso aumento delle temperature dopo il freddo degli ultimi giorni di maggio.

Tant’è che l’Arpacal di Crotone, intervenuta immediatamente, ha già provveduto a divulgare un comunicato stampa che spiega il fenomeno e tende a rassicurare i cittadini.

Vogliamo evidenziare che il nostro impianto di depurazione, a seguito delle attività di riefficientemento predisposte nel corso dell’anno da questa Amministrazione, sta funzionando perfettamente. Sono state inoltre ristrutturare le stazioni di sollevamento e sostituite le pompe.

Mercoledì inizieranno gli interventi di pulizia dell’arenile dai materiali legnosi spiaggiati dalle recenti mareggiate, seguiranno gli interventi di livellamento e setacciamento della sabbia. Il lungomare sarà perfettamente pulito, saranno installate passerelle per portatori di handicap.

Queste sono le cose di cui ha bisogno la nostra comunità e la nostra economia e non certamente di notizie forvianti e diffamatorie, da parte dei soliti “bugiardi”, che mirano esclusivamente a distorcere la realtà provocando danni si di natura economica e sia all’immagine del nostro comune.  Questo modo di fare politica non giova al paese e non giova nemmeno a chi la fa. Cari amici dell’opposizione vi prego documentatevi prima di scrivere sciocchezze che danneggiano la nostra comunità”.

Redazione Calabria 7

Fonte