Code e disagi sulla SS280: Anas corre ai ripari

In direzione Catanzaro file chilometriche per lavori

Dopo le lunghe code delle scorse ore, l’Anas ha immediatamente attivato le contromisure per limitare i disagi sulla strada statale 280 ‘Dei Due Mari’, interessata da lavori per la bonifica del corpo stradale. Come di legge in una nota “Anas ha disposto all’impresa esecutrice di eseguire i lavori di risanamento profondo del corpo stradale anche in orario notturno e di implementare le maestranze presenti nel cantiere”. La stessa società, inoltre, ha disposto all’impresa esecutrice di attivare immediatamente un doppio senso di circolazione, attivo dalle ore 16 di oggi pomeriggio, in direzione Catanzaro Lamezia Terme. A seguito dell’interdizione del tratto compreso tra il  km 26,200 e il km 28,400 e della rampa di ingresso – direzione Catanzaro – dello svincolo ‘Sarrottino – Martelletto’,  il traffico veicolare in direzione Catanzaro potrà usufruire sia del doppio senso di circolazione in direzione Catanzaro-Lamezia sia della strada di servizio Martelletto-Sarrottino (dal km 26,440 al km 27,800). I lavori, costati complessivamente circa 1 milione di euro, sono finalizzati alla stesa di asfalto drenante, al fine di elevare gli standard di sicurezza degli utenti su una delle arterie strategiche della viabilità calabrese.

A tal proposito, Marco Polimeni, presidente del Consiglio Comunale di Catanzaro, è intervenuto duramente per i disagi causati dai lavori sull’arteria stradale. Lo stesso, attraverso una nota stampa, ha puntato il dito sulle modalità di intervento dell’Anas: Senza mettere in discussione l’opportunità dei lavori previsti, sorgono dubbi sulle modalità e sui tempi di esecuzione. Non sarebbe stato più idoneo regolamentare la limitazione veicolare, in particolare nei tratti che attraversano il territorio di Settingiano e Martelletto, nel fine settimana e in orario notturno? Le lunghe file formatesi durante l’intera mattinata hanno generato evidenti disagi non solo dal punto di vista della circolazione, ma anche della sicurezza. Mezzi di soccorso o ambulanze, in caso di emergenze o incidenti, come potrebbero transitare per raggiungere l’ospedale? L’Anas avrebbe certamente potuto programmare meglio i lavori, considerando anche che, secondo le comunicazioni diffuse dall’Ente nazionale per le strade, la chiusura al traffico non è limitata a poche ore o giorni, ma dovrebbe proseguire fino al 13 novembre. Auspichiamo, dunque, che vengano al più presto assunte i correttivi più idonei per ripristinare sulla Ss280 una circolazione più agevole e sicura”.