Celia (FareperCatanzaro) chiede soluzioni per mensa scolastica

La mensa scolastica è un diritto, ma soprattutto una necessità per molte famiglie catanzaresi. Apprendere delle enormi ed oggettive difficoltà manifestate attraverso articoli di giornale dai genitori di una scuola di Catanzaro, che lamentano l’impossibilità di onorare il pasto scolastico per i loro figli, non può e non deve diventare un appello ignorato”.

Lo afferma in una nota il consigliere di Fare per Catanzaro, Fabio Celia, in merito a quanto raccontato a mezzo stampa dai genitori dell’istituto Casalinuovo, che hanno chiaramente chiesto aiuto al sindaco ed all’assessore comunale per ampliare la fascia degli aventi diritto ad agevolazioni, limitata ad un Isee di 1.500 euro.

     

“Sia rapida ed efficace la risposta dell’amministrazione comunale – prosegue Celia – perché il servizio mensa è uno strumento essenziale per gli studenti che frequentano il tempo prolungato. Se non si interverrà celermente, le preoccupazioni dei genitori troveranno conferme, poiché tanti di loro, come già annunciato, non riporteranno a scuola di pomeriggio i loro figli.

Doppia privazione, dunque, sia la mensa scolastica che la scuola pomeridiana. Ed allora – conclude Celia – il sindaco e la sua Giunta si attivino per risolvere la questione, cercando di trovare una soluzione che consenta a tutte le famiglie aventi diritto, perché in condizioni economiche complesse, di poter usufruire della mensa scolastica e del turno pomeridiano. La scuola è un luogo fondamentale per i giovani, soprattutto in realtà come la zona sud della città, bisogna fare di tutto affinché possano frequentarla e viverla in tutta l’offerta formativa che concede”.

Fonte