Celia: “Centro Calabrese di Solidarietà fondamentale per la regione”

“Se c’è una struttura che rende orgogliosi i catanzaresi per come opera e per quanto di fondamentale produce per la società, quella è certamente il Centro Calabrese di Solidarietà.

E quanto sta accadendo, per come denunciato in questi giorni dalla presidente, è inaccettabile”. Interviene a sostegno del CCS di Catanzaro, il consigliere comunale di Fare per Catanzaro, Fabio Celia, dopo l’annuncio, attraverso nota stampa della presidente dell’Associazione dott.ssa Isolina Mantelli, di una possibile indisponibilità della struttura ad ospitare i degenti oltre il 31 dicembre a causa dei pagamenti dovuti e non ricevuti dall’Asp di Catanzaro.

“Chi può deve immediatamente intervenire – afferma Celia – perché i casi patologici curati e trattati dal Centro sono di notevole importanza sociale, soprattutto perché l’unico in Calabria. Lo fa da 33 anni e ciò che chiede è legittimo e dovuto. Non possiamo permettere che una struttura del genere non sia nelle condizioni di efficienza, considerata l’enorme validità nel sostegno che offre a decine di pazienti.

     

Se non dimostriamo sensibilità di fronte a simili casi, allora significa che stiamo smarrendo l’umanità che da sempre distingue il genere umano. Sono a fianco da cittadino e da politico al Centro di Solidarietà e chiedo a tutti i rappresentanti istituzionali, di ogni funzione e partito, di unirsi per fare qualunque cosa sia possibile affinché si impedisca – conclude Celia – quello che non è altro che un atto disumano, del quale ci si dovrebbe vergognare”.

© Riproduzione riservata.

Fonte