Catanzaro tifa per la sua candidata Miss Italia

Sosteniamo Giuliana Panzino

Secondo i bookmakers è tra le papabili per il podio e questa sera cercherà di portare la Calabria e Catanzaro in cima all’Italia. Giuliana Panzino, 19 anni, nostra concittadina verace, è una delle 33 finaliste di Miss Italia 2018. L’ultimo atto del concorso di bellezza, giunto alla sua 79^ edizione, si svolgerà negli Studi Infront Italy, a Milano (diretta TV su La7 dalle ore 21.15).

Per conoscere meglio la bellissima concorrente (residente nel quartiere marinoin lizza per aggiudicarsi l’ambita corona, la nostra redazione, a poche ore dall’evento, ha intervistato suo padre, Luigi, il quale, durante la piacevole chiacchierata, non ha saputo trattenere la commozione in vista di questa sera.

Dopo tanti sacrifici, a poche ore dalla finale, come ci si sente avere una figlia in lizza per diventare Miss Italia?

‘Sono emozionato e soddisfatto per l’obiettivo che ha raggiunto Giuliana. Ammirarla a Miss Italia mi ripaga dei sacrifici fatti da lei, insieme alla famiglia.’

Un pregio ed un difetto di sua figlia?

‘Giuliana è una persona semplice, umile, solare e sorridente, perché la vita va presa così. Un difetto? E’ ingenua, ma le esperienze che ha avuto, l’hanno fortificata.’

Siete una famiglia molto unita. Ci può dire il segreto di tutto questo?

‘Io credo da sempre nel matrimonio e nella famiglia. Ho tre figli che ho cresciuto insieme a mia moglie ed a tutti ho insegnato l’educazione. Non le ho mai fatto mancare niente. L’unione è la linfa vitale per far funzionare una famiglia.’

Sua figlia già da piccola aveva la voglia di entrare nel mondo della spettacolo e della TV?

‘Certo, anche perché la sua prima sfilata risale a quando aveva 6 anni. A 14 anni ha continuato, vincendo diverse manifestazioni in altrettanti paesi, compresa l’ultima fascia di Miss Rocchetta Bellezza Calabria. Ci sta dando enormi soddisfazioni e siamo felici di questo.’

Il sogno di sua figlia?

‘La sorprenderò, ma Giuliana sogna di avere successo con gli studi. Alcuni mesi fa si è diplomata con un buon voto al Liceo delle Scienze Umane e adesso vuole a tutti i costi prendere la laurea in Scienze della Comunicazione, la facoltà che ha scelto all’Università della Calabria. Prima di partire per le selezioni di Jesolo, ci ha obbligato a trovare casa a Rende, appunto perché vuole continuare a studiare. Ovviamente, se dovesse vincere Miss Italia, sarebbe straordinario. Per noi, comunque, è già una vittoria avere Giuliana tra le 30 finaliste.’

Giuliana assomiglia di più al papà o alla mamma?

‘Ad entrambi. Forse io sono più testardo, lei ama il dialogo.’

Cosa vi siete detti prima della partenza per Milano?

‘Ci siamo abbracciati e ho detto: “Grazie per tutto quello che mi stai dando. Per me è come se avessi già vinto la Champions League”. Nel suo volto ho visto la felicità per aver reso orgogliosi un papà e una mamma. Ha partecipato totalmente alla nostra gioia.’

Un appello ai catanzaresi in vista di stasera

‘Sono stato sorpreso positivamente da molti cittadini di Catanzaro che hanno assicurato il loro supporto in vista della finale di questa sera. Nei prossimi giorni ringrazierò pubblicamente tutta la città per il calore mostrato nei confronti di Giuliana e della nostra famiglia. Il segnale che ho recepito è la stima di tutto i miei concittadini.’